Tag

,

Ai vertici del potere i giochi vengono fatti, tanti, tantissimi e in segreto… finché dura! Cambiano gli uomini ma il sistema è sempre lo stesso, se è marcio così continua all’infinito, nessuno si dà la briga di cambiarlo, sarebbe troppo rischio anche per il più coraggioso! La domanda che possiamo porci è questa: “Dove potremmo trovare la bacchetta fatata tale da dare a tutti una vita soddisfacente e fare piazza pulita di tutti gli inganni, di tutti i sotterfugi, di tutte le connivenze malverse?” Forse su un altro pianeta. Che stupidaggine! L’illusione è enorme. Eppure ci dovrebbe essere il modo di educare sveltamente (non c’è più tempo) gli umani a fare tutti il proprio dovere. Il delitto è odierno e reiterato, delitto su qualsiasi fronte, su qualsiasi cosa grande e piccola, su qualsiasi persona. Si pena a concepire ma così è ed è terrificante. Ci vuole forse un dittatore a livello mondiale con uno straordinario esercito di robot programmati all’onestà e alla giustizia? Il genere umano soccomberebbe tutto. Che stupidaggine! No, non può essere perfetto, la perfezione è gelida, monotona, uniforme: tutto sarebbe terribilmente scontato, banale, programmato. Il bello viene dalla contraddizione, dalla suspense, dall’imprevisto, dalla disperazione e dalla voglia di riscatto. Dall’abisso risalire con fatica, è in ciò la scala dello sciamano, l’arcobaleno da raggiungere, il sub-limen come fine ultimo. O l’abisso come suicidio.

© Riproduzione riservata